don Tommaso Castiglioni è il nuovo decano di Affori

Lo scorso mese di gennaio i sacerdoti del decanato di Affori hanno eletto il nuovo decano, che è stato poi confermato dall'arcivescovo. Il nostro decanato è composto dalle parrocchie di: Annunciazione - B.V. Assunta in Bruzzano - San Bernardo - S. Filippo Neri - Santa Giustina - S. Maria del Buon Consiglio, in comunità pastorale con Santi Giovanni e Paolo - San Nicola in Dergano. 
Di seguito riporto quanto il nuovo decano, don Tommaso Castiglioni, ha scritto alla comunità del decanato.

06-7 feb-compressoZona pastorale I - Milano
Decanato di Affori

Al popolo fedele di Dio che abita nel Decanato di Affori

Cari sorelle e fratelli,
il 1 febbraio l'Arcivescovo mi ha nominato Decano del nostro Decanato di Affori, accogliendo e confermando l'indicazione emersa dalle votazioni svolte a gennaio. Mi sembra bello raggiungervi con due righe di presentazione, nell'attesa di capire che cosa significhi essere e fare il Decano.
Sono nato a Saronno 43 anni fa, cresciuto a Tradate (VA) fino ai 20 anni, quando sono entrano in Seminario, per essere poi ordinato prete dal card. Dionigi Tettamanzi nel 2004, insieme a don Ivan (ora alla Bovisasca) e a don Graziano (ora in Bovisa). Per 5 anni sono stato a Roma, per studiare all'Università Gregoriana teologia dogmatica. Dopo essermi laureato, ho insegnato per 6 anni in Seminario, occupandomi anche di pastorale vocazionale e collaborando con la FOM.
Nel 2015 ho lasciato l'insegnamento e ho fatto per 3 anni il Vicario parrocchiale a Meda (MB), finché nel settembre 2018 l'Arcivescovo Mario mi ha nominato Parroco dell'Annunciazione. 
In questa nomina avverto la stima dei confratelli presbiteri, a cui va il mio ringraziamento.  Un pensiero e una gratitudine particolare vanno a don Paolo, che mi ha accolto tre anni fa quando sono arrivato e da cui ora raccolgo il testimone come Decano.
Non mi faccio illusioni su quanto possa incidere il Decano sulla vita delle nostre Parrocchie. Da parte mia mi piacerebbe riuscire a costruire ponti tra le diverse realtà, per liberare tutte quelle "energie di bene" che sono presenti nelle nostre vite e nelle nostre comunità ma troppo spesso sono bloccate o frenate. Confido nella vostra amicizia e nelle vostre preghiere.

Un saluto cordiale 
Milano, 3 febbraio 2021
don Tommaso Castiglioni